lunedì 5 novembre 2012

Giochi d'amore




















Sentire la tua voce
Strisciarmi sotto la pelle
E nei tuoi occhi perdermi,
Tra le tue labbra ritrovarmi.
Nel tempo d'un respiro,
Un battito del cuore,
Anima nell'Anima,
Che tra le mani stringi.
Solo per dirti:
Prendimi.
Nel tempo d'un respiro,
Un sussulto del cuore,
Corpo nel Corpo,
Così in me ti accolgo.
Solo per per averti:
Soddisfami.
La tua voce,
I tuoi occhi,
La tua carne,
Tu che mi confondi
E io che con te gioco.
Nel tempo d'un respiro,
Un battito del cuore,
Piacere nel Piacere.
Ancora una volta,
Ti prego,
Per confessare:
Fammi godere
Di questo amore.

martedì 25 settembre 2012

Come edera
















Natura ci ha creati
Simili
Unici
Distinti,
Così che i nostri corpi
Potessero scoprirsi,
Conoscersi
Carezza dopo carezza,
Fino a fondersi,
Bacio dopo bacio,
In estasi di piacere
Che all'alba si risveglia
Come verde germoglio
Bagnato di rugiada.
E come profumata edera
Su te cresco:
Arrampicandomi,
Stringendoti,
Amandoti;
Mentre la tua lingua
M'accompagna sulla pelle.
Desiderandoti
Quanto più in me t'addentri,
Spogliandomi l'anima
Che del tuo esser si nutre
Avida,
Affamata.
Scoprendoci simili.
Sentendoci unici.
Distinti
Fino all'ultimo sospiro,
Fino all'ultimo sussulto
Nel cui piacere perdersi.

mercoledì 19 settembre 2012

Vizio

Desiderio
di cui mi nutro.
Desiderio
che di te si nutre,
srotolandosi in chiaroscuri
di sanguigne pulsioni.
Palpitanti emozioni
dal vizio cullate,
che sulla tua pelle scorrono.
E le mie unghie disegnano
segni di piacere su essa,
come sigillo di questo noi.
Vizio,
che non conosce confini.
Desiderio,
che appagamento non trova.
Piacere,
che la mia lingua saggia
dalla tua calda carne.
Così per me sei tu
a portar il nome di
Vizio:
mia dannazione,
mia liberazione,
mia prigione,
mia redenzione.
Liberami
da questa prigione di ovvietà,
scioglimi in un orgasmo
che questo corpo lavi
dal desiderio d'averti.


Giochi di parole

Svelami
Scoprimi
Amami
Tra le mie gambe perditi.
Cercami
Seguimi
Amami
Tra i miei seni dissetati.
Prendimi
Straziami
Amami
Tra le mie labbra sciogliti.
Cercami
Scoprimi
Prendimi
Nei miei giochi liberati.

Nel piacere della mia carne
I tuoi denti affonda
La tua lingua districa
I nostri corpi redimi.



martedì 18 settembre 2012

Magici confini




















Soffio di libertà che rubiamo dal nostro respiro 
quando tra noi non resta spazio per null'altro,
nemmeno per il tempo che da noi scorre lontano.
Quando tu sei quel brivido che m'attraversa 
e le tue labbra la lama rovente che la mia pelle brucia.
E' in quell'indistinto confine tra buio e luce 
che riscopro il gusto di vivere,
di esistere nel tuo piacere che diviene mio,
amando quella magia che solo tu hai:
farmi sentire bella anche davanti ad uno specchio,
farmi sentire bella anche nuda davanti ai tuoi occhi.
Ardente desiderio delle tue mani
che la mia pelle scaldano,
stringendomi l'anima rapita dalla tua bocca,
che a te m'incatena senza scampo alcuno.

martedì 11 settembre 2012

Anime animali

05 agosto 2012
Le mani scivolano sul tuo corpo
Seguendo il tuo profilo
Pelle lucida ai miei occhi
Accarezzata dal caldo olio.
E il tuo profumo m'inebria,
Come il vino di Bacco
Nella gola della sua sacerdotessa,
Il desiderio brucia nelle mie vene
Schiava della mia natura
Che la tua condivide:
Animali selvaggi e liberi,
Anime antiche e senza tempo,
Che solo appagamento cercano.
Dalla fame vinti ci aggiriamo
Su terre di sangue imbevute
Sfamandoci della nostra essenza,
Dei nostri corpi,
Della nostra passione
Autentica, ardente,
Senza limiti.



Sincronia

04 agosto 2012
E quando l'idea di te m'ha lasciato
Tu mi torni a cercare,
Un colpevole devo trovare
Così la Luna ho incolpato.
Luna affamata di corpi sudati,
Sincronia sbagliata in attimi rubati.
Vittima della tua anima
Che di istanti mi sfama
Che fisici non sono,
Ma corpo bramano.
Ferite sanguinanti restiamo a guardare
Col desiderio di poter quelle carni leccare
E così il dolore fugare,
Il male dimenticare.
Tu mi torni a cercare
E a te mi vorrei negare
Ma come la Luna affamata
Ti posso solo soddisfare.
Sincronia sbagliata
Di vita assetata.



Vivere e Amare

31 luglio 2012
Poi ci sono attimi,
Senza se,
Senza ma.
Attimi da vivere fino in fondo
Anche senza speranza,
Consapevoli che alla fine
Ci si giocherà il cuore,
Consapevoli che ai sorrisi
Dolci come miele
Seguiranno lacrime
Amare come fiele.
Ma non conta ora.
Non ci sia paura a frenar emozioni,
Nessun muro a ingabbiare il cuore,
Che mai sarà alto abbastanza
Per proteggerti dalla solitudine
Che in ognuno dimora.
Lascia libera l'anima,
Questo è ciò che conta:
Vivere e Amare.
Amare la Vita,
Vivere l'Amore
Di cuore,
Gioie e dolori.
Vivere e morire
D'ogni bacio,
D'ogni carezza,
D'ogni arrivo e
D'ogni partenza.
Vivere e Amare:
Amare la Vita,
Vivere l'Amore



Vorrei

30 luglio 2012

Vorrei esser un alito di vento
D'un giorno d'estate
Per farti respirare,
Un fuoco caldo
Nel cuore dell'inverno
Per scaldar la tua pelle.
Vorrei esser buio
Per nasconder le tue paure
E luce per disperderle.
Vorrei esser candide ali
Per farti volare nei cieli
Che senza te attraverso
E farti vedere il mondo
Da immacolate vette.
Vorrei donarti la vita
Come la scorgon gl'occhi miei
Per regalarti un sorriso
Ed emozioni che ardon
Come viva fiamma.
Vorrei viverti con l'anima
Fino in fondo al cuore
Per perderci nella Notte,
Tra le Stelle, sotto la Luna.
Ma ciò che si è non si può dare,
Resta solo lo sperare
Che il sogno t'accarezzi
E la strada ti mostri
Per raggiungermi nel mio mondo.


Amore

16 luglio 2012

Sentieri di ghiaccio
Scintillano fino all'orizzonte
Baciati dalla Luna,
Complice e istigatrice
Di mille passioni
Che come fuoco bruciano
I corpi caldi e sudati
Che nella neve si uniscono.
Al cospetto della Madre
Con la protezione del Padre
Legati in eterno:
Cuori senza tempo,
Amanti senza fine.
Lo spirito innalzano al cielo
Di piacere gementi,
Espressione della Natura
Che su loro veglia silente,
Spettatrice d'un miracolo
Chiamato Amore:
Senza Morte,
Senza fine,
Senza fiato.
Ultima bugia d'una promessa.



Spiriti nella notte

16 luglio 2012

Spiriti nella notte
Anime tormentate
Sfiorano l'acqua gelida
Increspata dal vento
Che leggero le sospinge.
Lacrime che infrangono
Lo specchio del silenzio
Senza un gemito,
Solo un fremito.
Parole soffocate,
Mai dette,
Come figli mai nati
Di spiriti inquieti
Che la vita ha dannato
Ad un eterno vagare,
Un eterno cercarsi
Senza mai trovarsi.

L'amore dei sensi

09 luglio 2012

Voglio amarti questa notte,
Voglio perdermi nella notte.
Amami come la Luna,
Accarezzami come Vento,
Scuotimi come Tempesta.

Amami senza dove,
senza domani:
solo noi,
solo ora.

Tra le ombre del tuo corpo
sfuma il mio amore,
tra le pieghe della carne
cresce il desiderio.
Chiudere gli occhi,
sentire il tuo respiro,
il battito del tuo cuore
sul mio petto
mentre a te mi stringi.
Nell'aria il tuo profumo:
io cerco il tuo odore
per ricordarlo domani.
La mano la tua pelle scopre
e un brivido mi risveglia.
L'amore dei sensi:
ti sento,
ti tocco,
ti respiro,
ti guardo,
ti assaporo.

Amami senza dove,
senza domani:
solo noi,
solo ora,
fino all'ultimo respiro.


Paura dell'Anima

09 luglio 2012

Quando la fine ruba la vita,
i sogni, la speranza
d'elevarsi a qualcosa di migliore.
Quando la morte
lascia solo un corpo freddo
che più non scalda il cuore,
ma in mille pezzi lo frantuma
colmi di
dolore,
rabbia,
follia.
Quella pelle è ancora morbida,
ma gli occhi più non vedono,
più non scavano nell'anima mia,
più pace non m'offrono
quelle braccia,
quelle mani che sembravano
non volermi lasciare mai.

Oh, Morte,
perché mi hai tradito?

Ogni giorno la vita mia
t'ho offerto senza indugio,
senza timore alcuno
e Tu al mio fianco
hai continuato a camminare.
Oh, Sorella di tante battaglie,
di tante vittorie spettatrice,
perché hai dato vita
all'unica paura dell'anima mia?
Perché hai dato morte
all'unico fiore
che non avevo strappato?
Resta solo il ricordo
pesante e insopportabile
di ciò che poteva essere,
di ciò che mai più sarà.
A me resta solo d'esser
ciò per cui sono nato,
ciò che sempre avrei dovuto esser:
Distruzione al fianco di Morte.


Gocce di Luce

04 luglio 2012

Gocce di Luce
Come pioggia d'estate
Scivolano sulla mia pelle
Assetata di vita,
Assetata di te.
Voglia di perdermi sul tuo corpo
Sotto questo cielo,
Sotto la nostra Luna.
Gocce di Luce,
Come il sudore sulla nostra pelle,
Mentre scivoli tra le mie gambe,
Assetata di vita,
Assetata di te.
Voglia di perdermi sulle tue labbra
Sopra questo letto,
Sopra questa Terra.
Gocce di Luce,
Figli della Luna,
Vittime compiacenti della passione,
Senza ombra di peccato
Abbracciati alla vita.

Frutto proibito

04 luglio 2012

Nelle mie mani stringo
Il frutto proibito
Maledetto da un Dio
Che a sé pecore chiama.

La tua bocca cerco
Per goder del tuo gusto
Incatenati dalle nostre lingue
Mentre le tue dita affondano
Nella mia pallida carne
Stringendo quei seni avidi
Di te,
Del tuo amore.

Tu soltanto
Il mio frutto proibito
Che nessun Dio può fermare
Che il lupo le pecore sbrana.

Rendimi schiava della passione
Accecata dal desiderio d'averti
Ancora,
E ancora.
Non mi servono occhi per vederti:
voglio gustarti,
voglio toccarti,
voglio sentirti nel cuore
fino in fondo all'anima,
fino a toccare la stella più lontana
nello spazio infinito del nostro piacere.

Tu soltanto
Il mio frutto proibito
Che nessun Dio può fermare
Che il lupo le pecore sbrana.


Illusioni

04 luglio 2012

Strappami l'anima,
Ti prego,
Liberami da questo dolore
Ché l'amore strazia il cuore,
Consuma il mio essere.
Strappami l'anima,
Ti prego,
Che siamo angeli caduti,
Miseria del cielo,
In balia di cani bastardi
Che le nostre carni sbranano.

Oppure stringimi,
Tienimi stretta a te
Regalandomi l'illusione di un sogno.
Tienimi vicino a te
Dandomi il calore del tuo cuore.
Tienimi stretta a te,
Fammi scivolare nella tua anima
Con la mia bocca,
Con la mia lingua.
Tienimi vicino a te,
Senza parole.

Le parole si perdon
Nel vento,
Nel tempo.

Strappami l'anima
Perché a te non mi stringerai
Mai abbastanza
E mi strazierai,
Mi sbranerai,
Prima nel piacere
Poi nel dolore,
Nell'illusione di un amore.

Luce e Ombra

29 giugno 2012
Io,
Anima di Luce vestita,
di te m'appago
la tua carne bramo.

Io,
Ombra del Buio,
di te m'appago
la tua luce bramo.

Una guerra sconfinata,
senza spazio né tempo,
Noi viviamo.
Abbracciati:
Il mondo intorno a noi crolla.
Agonizzante s'incanta
a scoprir ch'ancora
Amore
Vive!

Io,
Anima di Luce vestita,
fuoco ti dono
per scaldare il tuo corpo.

Io,
Ombra del Buio,
notte ti offro
per nasconderci alla Morte.

Noi,
unico frutto d'una stirpe morente.
Noi,
ultima vera vita
senza volto né nome
se non
Amore.


Ultimo bacio

28 giugno 2012
E con un ultimo bacio lasciami,
Abbandona le mie memorie
Come foglia al vento.
Liberami dal tuo ricordo
Con la dolce carezza delle tue labbra
Su questa mia fredda pelle.
E con un ultimo bacio lasciami,
Morte s'appresta ai cancelli
E così cancellare tutto di noi:
In un attimo,
In un soffio,
E tutto obliare nel gelo del tempo.
Con un ultimo bacio lasciami,
Ultimo calore da dimenticare
Sì che fantasmi non saremo
In questi cuori perduti,
E il nostro per sempre
Diverrà solamente
Mai più.



La passione

08 febbraio 2012
 

Tentami
e tentami ancora
mille volte,
in mille modi
e mille mondi.
Goccia sublime,
veleno perfetto,
scorrimi dentro,
scivolami nel profondo
fino a bruciarmi l'anima.
Il tuo fiato sul mio collo,
calda carezza.
Occhi scuri
che l'anima m'attraversano
spogliandomi d'ogni finzione.
Prendimi
come un ultimo respiro.
Fammi tremare
di quella passione
che nuda mi lascia,
corpo e anima.
Liberami,
mentre i denti affondano
nella tua carne.
Tentami
e tentami ancora
in questo silenzio.

La spada nel cuore

05 settembre 2011



















Come una spada nel cuore
Che squarcia il petto
Che mi trapassa grondante di sangue
Che sento gocciolare nell’Abisso,
Così il tuo ricordo nella mente
Squarcia le memorie
D’un tempo perduto.
Quando i nostri corpi si stringevano
E i minuti divenivano attimi d’estasi
Infiniti e perfetti.
Corpo e anima che all’unisono vibravano
Liberandoci da queste gabbie d’illusione.
Una foto sbiadita che col tempo
Diviene sempre più vivida
Così questa spada spacca il mio cuore
E il dolore è forte, pulsante,
Sì difficile ignorarlo talvolta
Ed è allora che mi chiedo
«Sei tu frutto solo
D’una fantasia perversa…
La mia?»
Ma allora…
Per chi sono queste lacrime
Così vere?